I pozzi per acqua sono opere ingegneristiche che interagiscono con il sottosuolo e con l'acquifero captato, infatti il pozzo per acqua è un'opera realizzata nel sottosuolo per l'estrazione di acqua di falda. Tale opera richiede una ben precisa progettazione per la sua ottimizzazione. Scopriamola insieme!

Come realizzare i pozzi per acqua

Vuoi realizzare pozzi per acqua? Ecco come si fa, laddove vi fosse l'interesse di procedere.

Prima di tutto, si scava con una trivella meccanica e piano piano si scende a tappe in profondità con la trivellazione, secondo la lunghezza delle aste perforanti. Ad ogni tappa si mette un tubazione di protezione a sostegno delle pareti. 

Una volta raggiunta l’acqua si procede ancora per una certa breve distanza senza rinforzare le pareti perché si metterà solo il nostro ghiaietto. Si finsice quindi di trivellare e si inserisce un tubo in PVC nel pozzo. Questo é “cieco” in alto e finestrato in basso là dove andrà a contatto dell’acqua.

A questo punto si infila lungo l’asse dello scavo una pompa sommergibile attaccata al tubo di prelievo. In tutte queste operazioni é molto importante stare attenti alla verticalità dello scavo. 

Infine si sigilla in alto il tutto con una chiusura ermetica per impedire ogni discesa di sporcizia e acque dall’alto, circostanza che causerebbe l'inquinamento dell'acqua sotterranea.

Il pozzo per acqua, detto anche pozzo artesiano, è una grande risorsa idrica per chi non possiede l'acqua potabile dell'acquedotto. Diventa dunque non soltanto un romantico elemento spesso riconducibile ai giardini di parchi e abitazioni private, ma un ausilio molto vantaggioso e la cui realizzazione prevede dei costi ben precisi.

Quanto costa realizzare un pozzo per acqua

Il costo di un pozzo per acqua dipende soprattutto dalla profondità. La perforazione di un pozzo costa dai 4.500 ai 8.500 euro, se consideriamo una profondità media di 45 metri.

La maggior parte dei proprietari di case spendono dai 3.000 ai 14.000 euro, o dai 75 ai 200 euro per metro per l'installazione di un pozzo. Scavare un pozzo poco profondo, invece, ha costi decisamente più bassi: dai 1500 ai 3.000 euro. 

Differenze tra un pozzo artesiano e uno freatico 

Il pozzo artesiano si distingue dai pozzi freatici, che poi sono quelli più presenti nei giardini e nei campi, perché è molto più profondo: raggiunge 100 metri o più, è più stretto e non ha bisogno di pompe meccaniche per far risalire l’acqua. Inoltre, la qualità dell’acqua del pozzo artesiano è decisamente superiore rispetto a quella di una falda freatica, tanto che queste ultime sono utilizzate quasi esclusivamente per irrigare i campi.

Il pozzo freatico attinge a falde più superficiali in cui l’acqua perde in purezza. Inoltre tali falde non sono in pressione e per prelevare l’acqua sono necessarie pompe meccaniche, spesso si tratta di pompe sommerse che tirano l’acqua fino alla superficie. Il pozzo freatico inoltre è meno profondo di quello artesiano, in genere massimo 20 metri contro 100 metri o più, ed è più grande, in particolare in larghezza. Infine il pozzo artesiano ha una portata d’acqua maggiore rispetto a quello freatico e si presta meglio all’utilizzo in situazioni che richiedono grandi quantità di acqua, dall’acquedotto all’uso civile, agricolo o industriale. 

Se vuoi conoscere tutto sulla loro concreta realizzazione, partecipa al corso online del 7 luglio con Maurizio Gorla sui pozzi per acqua - progettazione, realizzazione e manutenzione

Ti aspettiamo online!

Product added to wishlist