La casa editrice Dario Flaccovio Editore viene fondata a Palermo nel 1980 da Dario Flaccovio e Marisa Dolcemascolo. Due librai dalla visione imprenditoriale lungimirante, che nella Sicilia degli anni Settanta decisero di puntare all’editoria tecnica, differenziandosi, così, dalle librerie generaliste della loro città. Prima di diventare editori, furono innanzitutto librai innovatori e fuori dagli schemi: abolirono, ad esempio, il banco che separava clienti e librai, privilegiarono gli scaffali orizzontali, pensati ad altezza d’uomo, e scelsero un’esposizione su tavoli separati, accessibili a tutti. Nasce proprio dai contatti ravvicinati con i clienti più fedeli, l’idea di un marchio editoriale capace di arrivare nelle case di lettori specialisti e professionisti, soprattutto dei settori tecnico ingegneristico e architettonico.

 

Punti cardine di partenza del progetto editoriale sono l’attenzione per la qualità dei testi e la scelta degli autori tecnici, la cura della veste grafica e la contaminazione continua fra saperi e linguaggi per esplorare le molteplici strade del fare cultura, sempre al passo coi tempi.

 

Un percorso ambizioso nel mondo del far libri, sancito dalle prime pubblicazioni del 1980 che disegnano una chiara identità editoriale di tipo manualistico-saggistica: “Tecniche costruttive e risparmio energetico”di Luigi Caleca e Antonio Cottone e “Analisi sismica di edifici in cemento armato” di Kiyoshi Muto sono tra i primi testi d’ingegneria in catalogo che permettono alla Dario Flaccovio Editore di presentarsi al panorama editoriale nazionale, partendo da una Sicilia allora abbastanza distante dal continente.

Solo tre anni dopo, 1983, debutta la collana dedicata ai software tecnici: “Programmi in BASIC”, il cui primo volume ha venduto 6.000 copie in due anni. Dopo aver fatto da apripista a una tendenza negli anni a venire percorsa da altri editori, nel tempo la collana si è trasformata accompagnando tutte le fasi dell’evoluzione digitale, sino agli attuali software professionali pubblicati nella collana “Softwin”, da scaricare oggi direttamente online.

 

L’impegno fondamentale della Dario Flaccovio Editore è stato e rimane ancora la volontà di stare al passo coi tempi spesso per anticiparli, esplorando su territori misconosciuti e innovando attraverso le materie prime della sua industria culturale: i libri. Per questo, nel corso degli anni, l’area tecnica, zoccolo duro del catalogo editoriale, viene ben presto affiancata da altre. Dai segnalibri, con politici e personaggi del cinema, nati negli anni Novanta in pieno boom dei tascabili, alle felici incursioni in ambiti più sperimentali rispetto alla mission primaria: il catalogo storico vanta, infatti, il lancio di autori umoristici come Antonio Di Stefano, una pregevole collana di noir nata col fondamentale apporto di Raffaella Catalano e ben presto fregiata di un Premio Scerbanenco vinto nel 2006 da Giancarlo Narciso col suo “Incontro a Daunanda”, e infine la collana “Tempora”, nata e diretta agli inizi del 2000 da Luigi Bernardi, e rilanciata nel 2021 dopo alcuni anni di interruzione, che annovera autori apprezzati in Sicilia e in Italia, tra cui Loriano Macchiavelli.

 

Altro settore privilegiato fin dagli inizi della produzione, è quello dell’editoria d’arte su Palermo e la Sicilia a cura di autori di massimo rilievo. Nel più recente periodo ha preso corpo la collana “Viaggio in Italia” nella quale trovano posto interessanti volumi con imponente corredo fotografico dedicati sia alle meraviglie della street art (in Sardegna, in Sicilia, in Italia), sia ai Borghi (in Italia, in Sicilia).

 

La Dario Flaccovio Editore ha ideato nel corso della sua storia circa 40 collane, una per ogni anno di vita. Fortunata serie che segna la votazione al campo in divenire delle nuove tecnologie è “Web Book”, dedicata a manuali di web marketing e cultura digitale. A essa si affiancano le più recenti “Accadde domanI”, collana divulgativa su tecnologia e scienze umane dalla grafica iconica con colorati ex libris stilizzati in quarta di copertina, e la collana “Spirali” che raccoglie testi sull’umanesimo digitale in evoluzione.

Tra fiere nazionali e regionali, la Dario Flaccovio Editore prosegue il suo percorso in editoria e non solo su carta e inchiostro. All’interno degli spazi del nuovo Punto Flaccovio, in via Federico Garcia Lorca, a Palermo, la casa editrice ha inaugurato dal 2016 una struttura con bookshop e sala eventi già punto di riferimento per professionisti, oltre che sede di corsi di formazione professionale, ora disponibili anche online, curati da esperti in ingegneria, architettura, social media management e web marketing.

 

Impegno, lungimiranza, scommessa. Tre stili di vita per la Dario Flaccovio Editore, che non mira a essere soltanto una casa editrice ma una fucina di idee, dove la ricerca e il dialogo su scienza e cultura divengono la base per una crescita attraverso i libri.

 

Product added to wishlist