In questo articolo parliamo di come georeferenziare un’immagine con QGIS, un software GIS Open Source che permette di visualizzare, interrogare, modificare carte, creare stampe ed effettuare semplici analisi spaziali.

Georeferenziazione: cos’è e a cosa serve

Georeferenziare significa attribuire delle coordinate geografiche a un’immagine raster o vettoriale. Attraverso la georeferenziazione comunichi ad una mappa priva di coordinate qual è il suo posto sulla superficie. 

In pratica, si tratta di una vera e propria procedura che viene usata nella cartografia computerizzata e nella costruzioni di basi cartografiche digitali. Adesso scopriamo come georeferenziare un'immagine con il programma QGIS.

Come farlo con QGIS

Ecco la procedura per georeferenziare un’immagine o un file raster in QGIS:

• cliccare dal menu in alto su “Raster – Georeferenziatore – Georeferenziatore”

• nella nuova finestra fare clic su “File – Apri Raster” 

• caricare il file dell’immagine da georeferenziare 

• selezionare un sistema di riferimento cartografico che dipende dalla coordinate dei punti di controllo

Come trasformare l’immagine per georeferenziarla

Basta seguire il percorso da “Preferenze – Impostazioni di trasformazione” e si sceglie l’opzione più adatta.

Nella maggior parte dei casi, se non occorre effettuare modifiche alla foto ma è sufficiente solo riposizionarla, si può scegliere:

•  una polinomiale di primo ordine 

• “vicino più prossimo” come metodo di campionamento.

Adesso andiamo alla georeferenziazione vera e propria.

Bisogna tornare sulla finestra di georeferenziazione e andare su "File ‣ Inizia georeferenziazione". 

L'avvio darà inizio al processo di deformazione dell’immagine usando i punti di controllo al suolo e quindi si procederà alla creazione del raster georeferenziato che inizialmente volevamo ottenere.

Come usare QGIS

Gli usi del QGIS sono potenzialmente infiniti, ma viene impiegato principalmente per esigenze di tipo urbanistico, come pianificazione e gestione urbanistica territoriale o, ad esempio, per studi di impatto ambientale e per mappature geologiche.

Se sei curioso di scoprire l’uso del QGIS ti consigliamo di dare uno sguardo ai nostri corsi online dove troverai senz'altro quello che fa al caso tuo. Ti aspettiamo.

Product added to wishlist