La riqualificazione energetica è l'insieme degli interventi sull'involucro edilizio e sugli impianti per ridurre il fabbisogno energetico. 

Ma come si fa? Vediamolo di seguito!

Come effettuare la riqualificazione energetica 

Gli interventi volti ad effettuare la riqualificazione energetica dell'involucro edilizio, servono per ridurre la dispersione e intendono mirare all'isolamento termico di pareti, tetti e solai.  L’applicazione della certificazione energetica ha contribuito ulteriormente a sottolineare l’interesse verso un’edilizia caratterizzata da elevate prestazioni energetiche, intesa come garanzia per il contenimento dei consumi da fonte fossile e delle emissioni.

Più recentemente, l’obbligatorietà di costruire edifici a energia quasi zero, oltre alla progressiva diffusione di standard normativi e di protocolli volontari per la riqualificazione ad alta efficienza, ha dimostrato i benefici in termini economici, ambientali e sociali di un recupero consapevole. 

Grazie a tutte queste misure, negli ultimi anni, si è assistito a una progressiva accelerazione del processo di rinnovamento dell’intera filiera edilizia, dalla progettazione alla realizzazione, proponendo un modello che diffonde una maggiore consapevolezza ambientale e gestionale.

Per procedere alla riqualificazione energetica, bisogna effettuare una diagnosi energetica, valutare le condizioni dell'edificio e individuare gli interventi necessari per migliorare le prestazioni, garantendo il passaggio ad una classe energetica superiore. Tutto ciò, mediante l'utilizzo di tecniche e materiali di costruzione sostenibili e impianti che sfruttano fonti di energia rinnovabile con bassissimo impatto sull'ambiente.

La corretta riqualificazione energetica rappresenta un primo passo importante verso una progettazione integrata e sostenibile dell’edificio. La riduzione del fabbisogno energetico lascia al progettista una maggiore flessibilità per scelte impiantistiche innovative che faranno sempre più ricorso a fonti rinnovabili, le uniche sulle quali si potrà contare nel lungo periodo. In questo senso, la corretta progettazione ed esecuzione dell’involucro edilizio, in termini energetici, rap- presenta un primo passo importante verso una scelta concretamente sostenibile. 

I vantaggi della riqualificazione energetica sull'involucro edilizio

Tra i vantaggi, possiamo senza dubbio affermare che, con la riqualificazione energetica dell'involucro edilizio, si riducono i costi delle bollette e diminuiscono gli sprechi con un conseguente abbattimento delle emissioni nell’ambiente.

Effettuare la riqualificazione energetica dell'edificio comporta:

  1.  un aumento del comfort abitativo in tutte le stagioni;
  2. meno muffe;
  3. un incremento del valore patrimoniale della propria casa;
  4. usufruire delle detrazioni fiscali
  5. accedere a specifiche forme di finanziamento fino a 10 anni a sostegno delle famiglie che vogliano effettuare la riqualificazione energetica

Principali interventi di riqualificazione energetica

Gli interventi che possono riqualificare l'edificio sono tanti, ecco i più comuni ed efficaci:

  • miglioramento delle prestazioni dell'involucro edilizio;
  • sostituzione dei serramenti;
  • installazione di sistemi di schermatura solare;
  • sostituzione di impianti climatizzazione obsoleti;
  • sostituzione di impianti di illuminazione obsoleti;
  • pannelli solari e fotovoltaici
  • gestione della ventilazione naturale e del raffrescamento passivo;
  • sistemi di contabilizzazione individuale dell'energia;

Il 14, 15 e 26 settembre terremo un corso online su Ecobonus e riqualificazione energetica dell'involucro edilizio, sarà un'occasione di accrescimento delle tue competenze in materia. Non mancare, le iscrizioni sono già aperte.

Product added to wishlist