product
Impianti condizionamento nelle strutture sanitarie Sfoglia online

Impianti di condizionamento nelle strutture sanitarie

Nozioni fondamentali ed esempi progettuali

In allegato CD contenente tutti gli esempi progettuali e calcoli dimensionali in .pdf

Autore: Armando Ferraioli

80,00 €

-20% 100,00 €
Libro + CD
Disponibile anche in ebook (formato ePub)

Con l'acquisto di questo prodotto guadagni 4 Punti fedeltà pari a 4€ sulla tua VirTuaCard.


Prezzo scontato: 80,00 €

Prezzo di copertina: 100,00 €

Sconto: -20%

Anno di pubblicazione: 2018

DETTAGLI

  • 752 pagine
  • Formato: 17x24
  • Prima Edizione, dicembre 2018
  • ISBN 9788857908953

 

AUTORI

 

DESCRIZIONE

Negli ospedali e nelle case di cura, l’impianto di condizionamento progettato e realizzato “a regola d’arte” in perfetta integrazione con il progetto globale, crea un ambiente salubre e confortevole, supporta la valenza e l’impegno del personale medico e paramedico, contribuendo al benessere e al recupero della salute del paziente.

In un ambiente come l’edificio sanitario, già di per sé predisposto alla diffusione di infezioni nosocomiali, vista la presenza di pazienti eterogenei (probabili portatori di agenti patogeni facilmente aerotrasmessi), l’aria deve essere perfettamente condizionata, per poter cedere “energia del benessere” agli ambienti trattati.

Essenziale in fase di progettazione conoscere le varie tipologie di reparti relativi ai pazienti e alle loro patologie, per poter garantire ad ognuno adeguate condizioni termoigrometriche che contribuiscano al loro recupero.

Riscaldamento, raffrescamento, filtrazione, controllo igrometrico e termometrico, ricambio continuo dell’aria con una leggera sovrappressione, sono la forza del condizionamento dell’aria che deve garantire il comfort ed il perfetto avvolgimento aerotermico degli ambienti climatizzati.

L’aria esterna prima di essere immessa, dovrà essere opportunamente filtrata e trattata in base alle esigenze cliniche, eliminando (ove richiesto) virus e batteri nocivi purificando l’aria.

In tutti i casi, l’aria di ricambio dovrà essere in grado di creare nei locali una leggera sovrappressione ma sufficiente a salvaguardare gli ambienti da ogni possibile aggressione d’aria esterna insalubre.

Quando l’annullamento del carico termico, sensibile e latente, è affidato al solo ricambio d’aria, si dovrà considerare innanzitutto un’immissione a garanzia dei volumi d’aria clinici richiesti, il controllo dell’umidità relativa e la filtrazione dell’aria adeguata ad ogni specifico caso.

Diverse sono le modalità da adottare per soddisfare e garantire le esigenze cliniche ed ambientali richieste nelle strutture sanitarie.

Ricerca tecnologica, risparmio energetico ed energia del benessere sono punti focali della progettazione di queste strutture. In una struttura sanitaria complessa come quella di un ospedale, si verificano situazioni disparate che richiedono altrettante soluzioni impiantistiche.

La parte fondamentale è ricoperta soprattutto dagli impianti di condizionamento.

Se poi si applica la tecnologia degli impianti di ventilazione e climatizzazione nei casi più critici (blocchi operatori, terapie intensive, degenze infettivi), la corretta progettazione di ogni singolo aspetto impiantistico diventa fondamentale per la gestione funzionale di ogni attività svolta all’interno della struttura.

L’evoluzione delle terapie e della diagnostica ha introdotto nell’ospedale una componente tecnologica costituita da apparecchiature di servizio che il progettista deve conoscere, anche se non in modo specialistico, per una corretta progettazione degli spazi.

È d‘uopo tener presente che l’ospedale è un organismo in continua evoluzione, legato allo sviluppo delle tecnologie mediche e alle possibili variazioni delle esigenze dell’utenza.

Questo comporta che all’interno dell’ospedale si necessiti di un frequente adeguamento delle destinazioni d’uso degli spazi interni e di conseguenza, anche di un frequente adeguamento delle dotazioni impiantistiche.

È necessario quindi (essendo l’ospedale un organismo in continua attività) modificare anche gli impianti in base alle nuove esigenze, rendendo facile e veloce l’approccio ad eventuali modifiche, nonchè a lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, riducendo al minimo le interferenze con l’attività medica. Oltre ai requisiti e alle prestazioni che l’impiantistica generale deve assicurare alla configurazione base dell’ospedale, devono essere affrontati anche quelli aspetti legati ad una loro possibile variazione nel tempo.

In sintesi, gli impianti di climatizzazione per gli ambienti ospedalieri richiedono accorgimenti, requisiti e soluzioni specifiche.

Una corretta progettazione di ogni singolo aspetto impiantistico diventa di conseguenza, di fondamentale importanza per la funzionale gestione di ogni attività svolta all’interno della struttura.


Il CD allegato riporta alcuni esempi progettuali realizzati dall’autore, corredati di planimetrie e calcoli.


Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua
Votare/scrivere un commento