• Solo online
  • -20%
tecnologia-stratificata-a-secco

Il sistema stratificato a secco

Una tecnologia sostenibile per l'architettura della casa

38,00 €   30,40 €

Punti Fedeltà VirTuaCard: 1 punto punti pari a 1,00 €

ISBN
9788857900339
Tipologia
Libro
Edizione
Prima Edizione giugno 2010
Pagine
200
Formato
17x24
0033
Nuovo prodotto
2010-06-14
 

L'opera offre un’interessante rassegna sulle possibilità applicative di una tecnologia stratificata a secco nell'edilizia, nuova nel territorio italiano ma ampiamente adottata in Europa, caratterizzata da un elevato valore ambientale e dall'utilizzo di particolari strutture in legno, tra cui la famosa tecnica dell'XLAM.

L’assenza di giunzioni a umido, la stratificazione funzionale, l’implementabilità prestazionale della costruzione stratificata a secco costituiscono importanti elementi per una progettazione sostenibile e a basso consumo energetico. Partendo da un’analisi dello stato dell’arte, alla luce delle dinamiche del settore edilizio, l’opera affronta un’analisi completa dell'edilizia stratificata a secco.
[readmore]

Tecnologia Stratificata a Secco: applicazione nell'edilizia

Dalla ricostruzione dei suoi prodromi – riconducibili alla più antica tradizione del Centro e Nord Europa e ai suoi successivi sviluppi in territorio americano – il testo giunge alla descrizione dei caratteri più innovativi contenuti nella sua attuale espressione.

L’opera offre, inoltre, una ricca antologia di casi rappresentativi per la corretta applicazione della tecnologia, in cui sono evidenziati i più importanti aspetti prestazionali termo-igrometrici in relazione alla stratificazione adottata.

Sembra registrarsi nel processo costruttivo edilizio una tendenza che ci allinea ad alcuni paesi del Nord e Centro Europa. Questo grazie alla costruzione di edifici residenziali realizzati con la cosiddetta tecnologia stratificata a secco. Il processo costruttivo di queste realizzazioni prevede un assemblaggio di tipo meccanico (grazie a viti, bulloni e punzonature) dei diversi elementi costitutivi, di norma già presenti prima dell’avvio del cantiere. Spesso questi edifici presentano una struttura a telaio in legno o in acciaio, coperture leggere in legno o metallo e tamponamenti realizzati con strati di elementi leggeri di varia composizione e caratterizzati da opportune prestazioni termo-igrometriche. Il legno lamellare è l'elemento più noto di questa tecnica. A ben vedere, la modalità costruttiva in questione rimanda a una solida tradizione del passato che vede nel Trokenbau di matrice anglo-tedesca e nel Structure-Envelope di stampo francese esempi significativi, che in verità avevano avuto nel Balloon frame dei pionieri americani il capostipite per eccellenza.

Il volume ripercorre questa tradizione del passato per poi approdare all’oggi, ovvero all’esame dello stato attuale della ricerca in questo interessante campo dell'edilizia stratificata a secco. Nei diversi capitoli si affrontano le questioni relative agli aspetti dell’innovazione odierna prendendo in esame i caratteri tecnologici distintivi e confrontando le diverse soluzioni di involucro per redigere alla fine un’interessante antologia dei casi notevoli. Tutto ciò alla luce delle nuove architetture e di quanto ha prodotto sull’argomento la ricerca applicata.

Il sistema stratificato a secco è dunque un libro che manda agli operatori del settore (e non solo a quelli) precisi segnali e chi avrà l’attenzione e la lungimiranza di intercettarli non ne sarà affatto deluso.

Bergamaschi Paolo
Imprenditore edile. Ha sempre ricercato soluzioni architettoniche in armonia con il territorio. Fonda la CeP Consulenza e Progetti, per la progettazione in modo integrato di edifici con sistema S/R e impianti tecnologici innovativi, idea sviluppata anche tramite il Consorzio Esi (edilizia sostenibile innovativa).
Scopri di più
Bertozzi Paolo
Ingegnere civile, dottore di ricerca. È docente a contratto di Architettura Tecnica presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Parma. In ambito professionale si dedica alla progettazione strutturale e ai temi della sostenibilità ambientale.
Scopri di più
Ghini Agnese
Ingegnere civile, dottore di ricerca. È ricercatrice universitaria in Architettura Tecnica. Svolge attività didattica presso le Facoltà di Architettura e Ingegneria dell’Università di Parma. Si occupa di ricerca applicata nel campo della progettazione ambientale e del risparmio energetico.
Scopri di più
altri libri per te
Potrebbe interessarti anche
Product added to wishlist