milleproroghe-2021-e-opere-pubbliche-complesso-normativo-vigente-e-disposizioni-provvisorie

Opere pubbliche: dalla legge n. 2248 del 1865 ad oggi 

Prima di passare in rassegna il complesso normativo, vigente alla data di oggi, l'ingegnere Antonio Cirafisi, funzionario in quiescienza del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, ritiene utile portare all'attenzione una curiosità storica in materia di opere pubbliche.

Le principali disposizioni che hanno disciplinato la materia dal 1865 al 1998, sono state le seguenti:  
 
Legge 20 marzo 1865, n. 2248 (allegato F) -  Legge sulle opere pubbliche

R.D. 25 maggio1895, n 350 - Regolamento per la direzione, la contabilità e la collaudazione dei lavori dello Stato che sono nelle attribuzioni del Ministero dei lavori pubblici.

Legge 18 novembre 1998, n. 415 - Modifiche alla legge 11 febbraio 1994, n. 109, e ulteriori disposizioni in materia di lavori pubblici.

A quest'ultima è seguito il D.P.R .21 dicembre 1999, n. 554 - Regolamento di attuazione della legge quadro in materia di lavori pubblici 11 febbraio 1994, n.109, e successive modificazioni

Quindi i lavori pubblici sono stati disciplinati per 133 anni dai primi due atti normativi citati.
 
Dalla legge n. 415/1998 al 2016, anno di pubblicazione del d.Lgs. n. 50/2016, (18 anni) si sono succeduti tre norme fondamentali e tre regolamenti, di cui l'ultimo (d.P.R. n. 207/2010) abrogato e sostituito da una miriadi di decreti e altri atti non aventi forza di legge (c.d. soft law). Si tenga altresì presente che le norme richiamate dal Codice appalti sono circa 260 e i collegamenti interni complicano ulteriormente la lettura che oggi non può che effettuarsi in modalità ipertestuale.
 
Si aggiunga che nel 2020, a causa dell'emergenza legata all'epidemia del Covid-19, sono stati adottati numerosi decreti che hanno apportato numerose modifiche al Codice appalti sia a carattere definitivo che provvisorio.

Infine, è da tenere presente che il Ministero delle Infrastrutture dei trasporti ha esitato il nuovo regolamento al Codice degli appalti, di cui circola una copia abbastanza completa e organica che comprende ben 314 articoli, la cui adozione è stata rinviata a causa del periodo emergenziale in atto 

Attualmente il sistema rappresentato in figura è disciplinato dal d.Lgs. n. 50/2016 e successive modifiche e integrazioni e da tutte le norme che lo stesso richiama.  


Product added to wishlist