product
Manuale tecnico di sicurezza per la prevenzione delle cadute dall'alto Sfoglia online

Disponibile solo in questo sito

Manuale tecnico di sicurezza per la prevenzione delle cadute dall'alto

Aggiornato al D.Lgs. 106/2009

Autore: Ugo Di Camillo

14,40 €

-70% 48,00 €
Libro + CD

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Prezzo scontato: 14,40 €

Prezzo di copertina: 48,00 €

Sconto: -70%

Anno di pubblicazione: 2011

Disponibile

DETTAGLI

  • 320 pagine
  • Formato: 17x24
  • Prima Edizione gennaio 2011
  • ISBN 9788857900667

 

AUTORI

 

DESCRIZIONE

Aggiornato al D.Lgs. 106/2009, contiene procedure di sicurezza per la prevenzione cadute dall'alto applicabili nella redazione di PIDPS, PSC, PSS, POS, PIMUS, FSC.

I ponteggi sono spesso palcoscenico delle cosiddette morti bianche, ovvero incidenti durante lavori in quota. La caduta dell'alto è il termine più comune. Svariate sono le cause, dalla mancanza di parapetti al mancato utilizzo o uso errato delle cinture di sicurezza, dall'assenza di Pi.M.U.S. a ancoraggi non idonei. Esistono leggi e sistemi che devono essere adottati in cantiere per i lavori in quota ma spesso il progettista si limita a compilare il piano seguendo esclusivamente il dettato normativo, senza considerare le vite messe a rischio.

Leggi tutto...

Per redigere un piano di sicurezza occorre invece avere finalità precise che trovino riscontro da parte degli addetti ai lavori, alla stregua delle altre discipline ingegneristiche e architettoniche. Questo manuale tecnico di sicurezza per la prevenzione cadute dall'alto risponde alle esigenze che sempre più emergono da parte di tutti i professionisti del settore, approfondisce gli aspetti pratici che determinano i processi e le misure preventive da adottare in cantiere per lavorare in sicurezza. 14 fascicoli (contenuti anche nel CD) descrivono le lavorazioni più diffuse, analizzandone le fasi salienti e le sottofasi, rapportandosi sempre con la normativa vigente. Gli autori hanno prestato particolare attenzione nel curare la “comunicazione” dei fascicoli, in modo che chi redigga un piano di sicurezza si trovi già la formula comunicativa pronta per essere visionata dai responsabili dell’iter costruttivo e, in primis, dall’addetto ai lavori in cantiere.

Teresa Rizza, ingegnere, ha attivamente partecipato alla redazione del testo. Attualmente svolge il ruolo di capo progetto nell’area Pianificazione per la T.H.E.MA. s.r.l.


Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua
Votare/scrivere un commento