Menu
product

La mente che innova - Uno. Cultura, mindset e conoscenze.

La cassetta degli attrezzi per accelerare il cambiamento

Autore: Gianluca Abbruzzese

Nuovo
Libro
Cartaceo

Punti Fedeltà VirTuaCard: 1 punto pari a 1€.


20,90 €

Prezzo di copertina: 22,00 €

Sconto: -5%

Acquista telefonicamente

DESCRIZIONE

Ogni organizzazione può e deve essere considerata alla stregua di un ecosistema unico, e come tale risulta impossibile applicare processi simili, attivare uguali tipologie di connessioni o utilizzare gli stessi strumenti per raggiungere un obiettivo ben definito. "La mente che innova" omaggia il cambiamento considerandolo non solo dal punto di vista del prodotto e dell’organizzazione ma anche delle persone a cui è affidato il compito, ed è a queste che si rivolge. È un testo dedicato a chi imprende e abbraccia ogni giorno nuove sfide, a chi aiuta le aziende a innovare e crescere, a manager, intrapreneur, innovation manager, product owner, esperti marketing, team e persone che hanno il compito di vivere e governare l’innovazione nella propria organizzazione, nella progettazione di nuove soluzioni, modelli di business, strategie aziendali e processi o nelle relazioni con partner e clienti.

La gestione dell'innovazione nell'ecosistema aziendale

Cambiamento, innovazione e trasformazione digitale non descrivono nuove strategie, non rappresentano nuovi settori, bensì un nuovo modo di fare le cose che investe tutti i settori e tutte le professioni. Oggi, figli della Knowledge Economy (dove l’utilizzo della conoscenza in ogni sua forma è indispensabile per creare valore) e intrecciati come edera alle nuove tecnologie, viviamo in ecosistemi di relazioni composti da uomini, oggetti e dati in cui il ruolo e il valore della conoscenza e della competenza sono l’unica bussola in un contesto governato dall’incertezza. Siamo certamente più “liberi” ma destinati a non smettere mai di imparare.

All’interno di questo libro sono raccolti diversi strumenti, riflessioni, atteggiamenti, strategie, best practice per approcciare all’innovazione in modo nuovo e affrontare i problemi complessi che sorgono nel percorso, per offrire una prospettiva di gestione dell’innovazione non solo dal punto di vista del prodotto e dell’organizzazione ma anche da quello delle persone.

Possiamo integrare nella nostra organizzazione o nella vita dei nostri clienti qualsiasi tecnologia per imporre un cambiamento: non ci sarà alcuna innovazione di successo o progetto vincente senza che le persone decidano di abbracciarli.È indispensabile, per iniziare un progetto, coltivare all’interno della nostra organizzazione una cultura aperta all’innovazione, curarla, esercitarla, diffondere il suo linguaggio e vivere appieno nuove esperienze, generare nuove connessioni, integrare un bagaglio di nuove conoscenze e pratiche che costituiranno l’humus del processo.

Le idee viaggiano nella testa e con le gambe degli uomini. Un approccio al cambiamento passa necessariamente dall’imparare a gestire quei condizionamenti e quelle credenze che la nostra mente ha assimilato durante la nostra esperienza. Non solo: per gestire al meglio l’innovazione è necessario un atteggiamento mentale nuovo, caratterizzato dal reagire e agire in maniera determinata, prendere le decisioni giuste, risolvere problemi in un contesto di estrema incertezza e complessità. L’ossessione per il profitto, la passione e il desiderio ardente di voler creare subito qualcosa di fantastico non bastano, per riuscire nell’impresa. È necessario sviluppare la capacità di comprendere, di analizzare, di interpretare e di relazionarsi con tutti i membri dell’ecosistema nel quale operiamo, equilibrare e valorizzare le identità e gli interessi di tutti. Queste facoltà nascono e si sviluppano con un approccio nuovo, che potremmo definire e che raccontiamo come un umanesimo dell’innovazione, nella sua potenzialità di creare e inglobare prospettive nuove, nella sua attitudine di integrare team e organizzazioni.

Oltre la tecnologia, l’innovazione è un percorso che nasce intorno alle persone e si alimenta con le relazioni, lo scambio di conoscenze ed esperienze che nascono grazie al confronto. Progettare nuove soluzioni, nuovi modelli di business e percorsi di innovazione per i propri clienti non può limitarsi all’ascolto delle loro esigenze o alla risoluzione di un loro problema. Vuol dire disegnare all’interno della nostra organizzazione la capacità di progettare nuove esperienze, includere nuove prospettive, sviluppare nuove conoscenze e abbracciare nuove sfide. Alcune, tra quelle raccontate, sono esperienze dirette, raccolte in veste di imprenditore nelle startup e nei progetti che ho realizzato. Esperienze nate dai fallimenti e dagli errori, più generosi nell’insegnare dei piccoli successi. Le strategie, le idee e le attività sperimentate, lavorando ogni giorno con tanti team e organizzazioni; le conversazioni con manager e designer e le centinaia di libri e articoli letti. Un percorso che non si arresta, ma si rinnova quotidianamente con un solo obiettivo: il miglioramento continuo.Per citare Karl Popper: «Non il possesso della conoscenza, della verità irrefutabile, fa l’uomo di scienza, ma la ricerca, persistente e inquieta, della verità».

Il libro fa parte della Collana Accadde domanI


DETTAGLI

  • 220 pagine
  • Formato: 13 x 21
  • Prima: marzo 2021
  • ISBN 9788857910895
 
DESIGN BY ALGORITMA