• -5%
Teatro Regio Torino: Storia, Consistenza ed Esito Architettonico

Il Teatro Regio di Torino da Carlo Mollino ad oggi

Consistenza materica ed esito architettonico

20,00 €   19,00 €

Nessun punto premio per questo prodotto.

ISBN
9788877589309
Tipologia
Libro
Anno di pubblicazione
2011
Edizione
Prima Edizione gennaio 2011
Pagine
160
Formato
21x21
9309
Nuovo prodotto
2011-01-17
 

Appare sempre più urgente ai fini del recupero e della conservazione dell’architettura del nostro recente passato una conoscenza non solamente storica ma estesa alla cultura materiale e costruttiva degli edifici. Il presente volume sul Teatro Regio (Torino) vuole fornirne la storia ma essere più che altro un contributo alle sperimentazioni in atto volte alla ricomposizione, anche per singoli addendi, di una cultura del costruito che - attraverso l’indagine su di un edificio che presenta caratteri di eccezionalità quale il Teatro Regio di Carlo Mollino in Torino - apre nuovi scenari interpretativi su quel vasto e multiforme patrimonio rappresentato dall’architettura del secondo dopoguerra.
[readmore]

Teatro Regio Torino: storia, consistenza ed esito architettonico

Tale patrimonio si configura come momento di sintesi fra istanze tecnologiche e formali ancora fortemente condizionate dall’eredità del Movimento Moderno e nuove ricerche espressive, sullo sfondo di una politica economica dominata, almeno in una prima fase, dall’urgenza della ricostruzione post-bellica.

Secondo un metodo di indagine ormai consolidato dagli autori e che presenta i caratteri di una profonda interdisciplinarietà, il Teatro Regio (Torino) viene analizzato sotto il profilo progettuale, costruttivo e tecnologico senza trascurare il ricorso alla storia sia documentale che materiale.

Pertanto l’edificio - contestualizzato nel tessuto urbano torinese e nella storia di trasformazione che ha segnato la nostra città – viene analizzato nelle sue diverse stagioni secondo il metodo anamnestico dai primi studi, con attenzione anche ai progetti precedenti l’intervento di Carlo Mollino, fino agli ultimi recenti interventi.

Così, grazie anche alla possibilità di accedere ad un vasto patrimonio archivistico ed al continuo confronto da un lato con la cultura costruttiva del tempo e dall’altro con l’edificio stesso che di tale cultura ne rappresenta l’esito architettonico, è stato possibile fare luce su aspetti fra loro intimamente correlati.

Fra questi: il rapporto con la città, l’identità dell’edificio come luogo della rappresentazione a partire dal teatro di corte, le lunghe vicissitudini progettuali, la gestione del cantiere, la concezione strutturale ed acustica ed infine il profondo legame fra architettura ed interni analizzati anche sotto il profilo della decorazione e dell’arredo.

Bardelli Pier Giovanni
E' ingegnere e professore ordinario di “Progettazione Integrale” e “Recupero e Conservazione degli edifici” presso la 1° Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino. Vice Rettore del Politecnico di Torino dal 1987 al 2002. Già Coordinatore del Comitato Scientifico per i restauri del Complesso del Castello del Valentino in Torino. Docente presso l’Universitée du Quebeque a Montreal (Canada) nell’anno accademico 2000-2001. Fondatore e Direttore del Corso di Perfezionamento “post-lauream” in tema di “Conservazione del Patrimonio Edilizio storico”. Cofondatore del DO.CO.MO.MO Italia. Cofondatore del Centro inter ateneo C.R.I.S.I.S. (per la lettura degli scritti delle scienze e delle tecniche). Presidente dell’Associazione Italiana di Architettura Tecnica (Ar.Tec). Responsabile scientifico di numerose ricerche tra le quali: la cultura del Quadraturismo nel Nord Italia; il Recupero: cultura e tecnica; il Recupero e la conservazione delle opere del Movimento Moderno. Dal 1980 si occupa della cura e manutenzione degli edifici storici e moderni e della impostazione metodologica e pratica delle azioni di “terapia” nell’intervento di recupero.
Scopri di più
Product added to wishlist