product
Soleri. La formazione giovanile 1933-1946 Sfoglia online

Soleri. La formazione giovanile 1933-1946

808 disegni inediti di architettura

52,25 €

-5% 55,00 €

Con l'acquisto di questo prodotto guadagni 2 Punti fedeltà pari a 2€ sulla tua VirTuaCard.


Prezzo scontato: 52,25 €

Prezzo di copertina: 55,00 €

Sconto: -5%

Disponibile

DETTAGLI

  • 508 pagine
  • Formato: 28x21
  • ISBN 9788877589125

 

 

DESCRIZIONE

Strutturato su più voci e sulla selezione di oltre ottocento disegni inediti conservati presso l’archivio della Cosanti Foundation in Arizona, il volume restituisce la formazione giovanile di Paolo Soleri, architetto di fama internazionale (Leone d’Oro alla Mostra Internazionale di Architettura di Venezia 2000 e Cooper Hewitt Award presso lo Smithsonian Museum di New York 2006 tra i recenti riconoscimenti), nato nel 1919, allievo dell'Accademia Albertina e del Politecnico di Torino fra gli anni trenta e quaranta.

Leggi tutto...

Nel sinergico intreccio di testi e immagini, da cui traspare già un talento d’eccezione, il libro ne ricostruisce il primo percorso culturale e intellettuale che via via lo apre alla scoperta della vita come realtà in trasformazione e ai prodigi della mente umana.

Diventano così palesi da parte del giovane Soleri l'attenta e commossa osservazione delle "cose"; la meditata assunzione dell'intenzionalità razionale del progetto; la capacità espressiva, grafica e coloristica, in rapidissima crescita; l'emotività controllata, non soffocata, di chi conosce gli scopi di un disegno di architettura. Si manifesta inoltre l'approdo a quell'unità di etica ed estetica, presto intuita e interiormente alimentata, che costituirà il fondamento di tutto il suo percorso di vita.

Emergono altresì, nella variegata e complessa articolazione narrativa del libro, il contesto italiano e torinese e una significativa compagine di docenti, molti dei quali intellettuali dediti a trasmettere l'amore per la città piemontese e con esso un naturale legame tra storia e progetto.

Nel quadro di una ricostruzione storiografica del “moderno”, per la quale è ineludibile una ricomprensione del progetto del Novecento a partire dalle fonti e dagli archivi – dei progettisti in particolare – segnala anche questo volume l’esistenza di “patrimoni sepolti” la cui messa in luce può dar luogo a nuove interpretazioni rispetto a formulazioni precostituite.


Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua