product
Principi di Progettazione Universale - Abitazioni accessibili

Principi di Progettazione Universale | Abitazioni accessibili - 9°volume: Gli spazi interni

La più ampia opera tecnica finora edita sull’argomento a livello internazionale. Presentata in formato orizzontale, ideale per essere comodamente consultata sullo schermo del proprio computer.

Autore: Giovanni Emilio Buzzelli

19,99 €

Nessun punto fedeltà per questo prodotto.


Prezzo scontato: 19,99 €

Anno di pubblicazione: 2018

Il prezzo è comprensivo di IVA

DETTAGLI

  • 147 pagine
  • Formato: 29,7x21
  • Prima Edizione, giugno 2018
  • ISBN 9788857907963

 

AUTORI

 

DESCRIZIONE

Gli spazi interni possono facilmente accusare aspetti gravi di criticità abitativa anche nelle condizioni di problematiche occasionali e limitate nel tempo, come un semplice mal di schiena o l’ustione a una mano che richiede una fasciatura e comporta l’impossibilità di usarla. I piccoli particolari che se non sono correttamente progettati e realizzati possono concorrere a ridurre la funzionalità e l’usabilità di un’abitazione sono molto numerosi, a cominciare dalla larghezza delle porte.

Interne e dall’orientamento dell’apertura dell’anta, che diventa critica nel caso in cui un familiare cade all’interno del servizio igienico e rimane immobilizzato a terra contro la porta di accesso, che è stata prevista con l’apertura verso l’interno e che rimane bloccata dal corpo del soggetto. I singoli ambienti sono esaminati nella loro complessità costituita dagli arredi e dai complementi. L’analisi critica non trascura osservazioni che mettono in luce anche le scelte sbagliate che si fanno quando si arreda la casa, scegliendo ad esempio un letto col pianale d’appoggio più basso del solito e sotto la misura ottimale di 40 cm dal pavimento, che rende molto difficile alzarsi o sedersi quando si ha un forte mal di schiena. I piccoli particolari criticati non sono fonte di punti di vista personali, ma talvolta sono disattesi nonostante siano state fornite raccomandazioni specifiche, come quella suggerita dalla Federlegno, che suggerisce di scegliere pezzi di arredo privi di spigoli vivi, ad esempio comodini col piano d’appoggio a angoli arrotondati per evitare che con un movimento inconsulto chi è a letto possa urtarli col gomito.

SCOPRI L'OPERA COMPLETA COMPOSTA DA 10 VOLUMI

1. Fondamenti

2. Gli ambienti confinati

3. Gli artefatti

4. Componenti edilizie

5. Gli impianti tecnici

6. Caratteristiche funzionali

7. Il percorso meta progettuale

8. Gli aspetti esterni

9. Gli spazi interni

10. La cucina

Le prime sei monografie sono ricche di continui spunti e suggerimenti progettuali e costituiscono un’indispensabile base per poter affrontare a fondo la realtà di ciascuno dei quaranta spazi interni e esterni che possono essere presenti in un’unità abitativa.

­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­La settima è dedicata alle considerazioni metaprogettuali, indispensabile premessa per lo studio approfondito delle particolarità dei numerosi spazi abitativi, che nelle tre successive sono stati distinti come spazi esterni (accesso, piazzola auto, cortile, portico, balcone, terrazzo, giardino, orto, serra, pollaio, voliera, bosco, piscina, laghetto, area ludica, solarium) e come spazi interni (accesso, anticamera, corridoio, soggiorno, salotto, sala pranzo, camere, guardaroba, servizio igienico, lavanderia, ripostiglio, studio, biblioteca, sala biliardo, sottotetto, cantina, centrale termica, box auto, laboratorio).

E’ dedicata particolare e ampia attenzione ai tre ambienti strettamente indispensabili per lo svolgimento delle normali attività quotidiane nella propria abitazione: il servizio igienico, la cucina (cui è dedicata l’intera monografia n. 10) e la stanza da letto.

Ciascuna monografia è inoltre arricchita da un’ampia raccolta di fotografie in quadricromia e da disegni al tratto.


Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua